Articoli

Nel 2008 sono state presentate in Svizzera delle domande di autorizzazione di massima per tre nuove centrali nucleari: sostituzione della centrale nucleare di Mühleberg, sostituzione della centrale nucleare di Beznau 1 & 2 e un nuovo progetto a Niederamt, nel canton Soletta. Nelle domande di autorizzazione di massima l’IFSN ha principalmente esaminato se l’ubicazione proposta […]

Continua a leggere

HRA, Human Reliability Analysis: il progetto HRA analizza l’affidabilità delle azioni umane in considerazione di diverse condizioni quadro. Lo stato della tecnica consiste nella determinazione della probabilità di commettere errori compiendo azioni che sono richieste durante l’incidente, ma vengono omesse.  Al contrario manca un metodo efficiente per l’individuazione sistematica e la quantificazione di azioni non […]

Continua a leggere

Il personale, l’organizzazione e la cultura della sicurezza hanno un influsso determinante sulla sicurezza di un impianto nucleare. I progetti di ricerca sostenuti a tale scopo dall’IFSN si occupano dell’influsso delle azioni umane in situazioni di emergenza e dei profili di requisiti che il personale delle centrali nucleari deve soddisfare. L’IFSN sostiene e segue i […]

Continua a leggere

Il progetto di ricerca internazionale Laboratorio sotterraneo del Mont Terri ha come obiettivo l’analisi delle caratteristiche geologiche, idrogeologiche, geochimiche e di meccanica delle rocce dell’argilla opalina. Tali caratteristiche sono determinanti per la valutazione della sicurezza e della fattibilità tecnico-costruttiva di un deposito in strati geologici profondi per scorie radioattive in queste rocce. Nel 2009 i […]

Continua a leggere

Lavori di sviluppo e ricerca nel campo della tecnica di misurazione delle radiazioni: questo progetto si occupa della omologazione e calibratura dei sistemi di dosimetria e degli apparecchi per la misurazione delle radiazioni. A questo proposito è importante da un lato la dosimetria personale, cioè la misurazione dell’esposizione esterna ed interna delle persone alle radiazioni. […]

Continua a leggere

MCCI, Melt Coolability and Concrete Interaction dell’OCSE: il progetto MCCI (Melt Coolability and Concrete Interaction) dell’OCSE riguarda incidenti gravi, nei quali il nocciolo del reattore fonde a causa della mancanza di raffreddamento e alla fine cede anche il contenitore a pressione del reattore. Il nocciolo fuso penetra quindi sul basamento in calcestruzzo dell’edificio del reattore, […]

Continua a leggere

Im August 1955 nahmen Forscher auf dem Gelände des Eidgenössischen Instituts für Reaktorforschung (EIR) in Würenlingen (AG) den „Diorit“-Reaktor in Betrieb.

CABRI Waterloo Project dell’OCSE: sul reattore di ricerca CABRI di Calabrache in Francia, sono attualmente in corso esperimenti sul comportamento di barre di combustibile ad alto tasso di combustione in situazioni di incidenti a reattività rapida. Si tratta di incidenti nei quali il reattore diventa sovracritico per un breve periodo a causa di un rapido […]

Continua a leggere

Studio di fattibilità di misurazioni non distruttive sull’involucro a pressione in acciaio del contenitore primario di centrali nucleari: il circuito primario, incluso il contenitore pressurizzato del reattore, è avvolto da un involucro a pressione in acciaio nell’ambito delle barriere di sicurezza scaglionate. In base alla struttura della centrale nucleare, tale involucro laddove è a contatto […]

Continua a leggere

PISA, Pressure Vessel Integrity and Safety Analysis: per far funzionare a lungo termine centrali nucleari in Svizzera è necessario dimostrare che sia sempre garantita l’integrità del contenitore pressurizzato del reattore (CPR) per l’esercizio normale, nonché in caso di anomalie di funzionamento e guasti postulati. Il progetto PISA è stato avviato nel 2009 come successore del […]

Continua a leggere