artikel-1-artikelserie-strahlenschutz-small

Verso la fine del 19° secolo Wilhelm Conrad Röntgen scoprì i raggi X. L’utilità di tali radiazioni ebbe un rapido riconoscimento, ma solo pochi mesi dopo la scoperta, si notarono danni alla pelle a causa dell’uso intensivo e successivamente vennero dettate le prime raccomandazioni in materia di radioprotezione.

Continua a leggere

Ultime notizie

150 collaboratrici e collaboratori dell’Ispettorato federale della sicurezza nucleare IFSN si impegnano ogni giorno in vari ambiti specialistici per la sicurezza nucleare della popolazione svizzera.

Continua a leggere

La protezione degli impianti nucleari e dei materiali nucleari contro il sabotaggio e il furto comporta tutta una serie di dispositivi di sicurezza. Gli esperti dell`IFSN monitorano costantemente le misure attuate e richiedono, se necessario, riequipaggiamenti strutturali e tecnici o migliorie ai processi.

Continua a leggere

Oltre alle ispezioni generali settimanali, gli esperti dell`IFSN eseguono controlli specifici sugli impianti: nel campo dell’ingegneria elettrica considerano ad esempio la protezione del reattore, che assicura che l’impianto si spenga correttamente in caso di emergenza.

Continua a leggere

Altri Articoli

ULTERIORI INFORMAZIONI

ensi_ifsn_geologische_tiefenlager_1

All’inizio del periodo dello sfruttamento pacifico dell’energia nucleare in Svizzera, la realizzazione dei necessari depositi in strati geologici profondi per lo smaltimento delle scorie radioattive era prevista in un futuro ancora lontano. Il legislatore intese tuttavia già allora garantire la futura possibilità di smaltimento delle scorie radioattive svizzere. Pertanto il decreto federale concernente la legge […]

Continua a leggere

Leggere di più

ULTERIORI TEMI

Leggere di più

Serie Chernobyl